Fabbriche e paesaggi interiori

Il Gruppo Prada predilige, rispetto alla costruzione, l’acquisto e la rigenerazione di fabbriche esistenti. Quando non ne trova chiama maestri dell’architettura a garanzia che gli interventi non siano consumo di territorio ma costruzione di paesaggio. Sono cinque le sedi produttive e corporate di nuova edificazione –sul totale delle 27 presenti nel territorio italiano – di cui tre a firma dell’architetto Guido Canali. Belle come ville, sono edifici abilmente modulati in delicato equilibrio tra ciò che si mostra e ciò che si nasconde, tra prossimità e lontananza, attenti all’immagine verso l’esterno ma soprattutto alla qualità percepita dall’interno.

Gli edifici ‘intro-versi’ hanno giardini nascosti come chiostri medievali, pergolati, spazi segreti di accoglienza e armonia ma anche aperture inattese verso paesaggi lontani capaci di regalare attimi di godimento estetico.

Siepi e muri alludono e suggeriscono, si fanno espressivi nella loro secchezza aperta ad ogni significato

Paesaggi esteriori ricomposti

Valvigna
© Alessandro Ciampi

A Valvigna il tempo, e la domestichezza acquisita con l’assidua frequentazione del paesaggio definiscono le essenze da piantare. I primi ad essere realizzati sono i giardini pensili. Tra le tante ipotesi, piante da infiorescenza primaverile e piante da foliage autunnale, si scelgono, infine, semplici piante rustiche da frutto, un po’ come se fossero stati rinvenuti sul posto da un agronomo archeologo, giuggioli, melograni, fichi.
I gradoni frontali subiscono l’evoluzione del progetto in modo più radicale: dalla iniziale macchia mediterranea a completa schermatura dell’edificio per isolare l’interno dall’esterno, circoscrivere e proteggere, alla scelta di essenziali filari di viti a echeggiare l’antico toponimo di Valvigna e a rimarcare la storia agricola del paesaggio per ricostruire e riannodare il filo della tradizione. E poi tappezzanti: Cotoneaster Repens, Hipericum, Rosmarinus, Vinca Minor; rampicanti: Rincosphermum, lonicera, Ampelopsis; alberi: Zizziphus Jujuba, Punica Granatum, Ficus e tanti esemplari di Vitis Vinifera.

Seleziona una voce per scoprire i dettagli
Montegranaro

Il giardino conserva nella mente il territorio e la sua storia: basse siepi di piante mediterranee a evocare il mare non lontano, lavanda, rosmarino, teucrium, pochi grandi alberi, olivi, tanti rampicanti a rinfrescare, rincospernum e poi un gruppetto di cipressi in cima a un’altura. Tutto nascosto dietro un alto muro, privo di cocci aguzzi, elemento archetipo del giardino che nasce come sottrazione alla natura selvaggia di una porzione di terreno su cui va ad esercitarsi l’azione ordinatrice dell’uomo.

Seleziona una voce per scoprire i dettagli
Montevarchi

Boschetti di bambù ad accompagnare gli stretti viottoli pedonali contenuti tra due muri, reminescenza dei passaggi della città storica, boschetti di bambù anche dentro la fabbrica. Il bambù, pianta obbediente nella crescita, alta, snellissima, dotata di un suo rigore quasi da costruzione in risonanza con le colonne dei porticati e della serra, pilastri tra pilastri.Una parete verde all’interno colonizzata da un rampicante a foglia piccola, il Ficus Repens, come alla villa del Balbianello sul lago di Como o come era un tempo alla fondazioni Magnani Rocca.

Seleziona una voce per scoprire i dettagli

Populus alba bolleana

Robinia pseudoacacia

Malus floribunda

Albizia julibrissin

Euonimus europaeus

Morus nigra

Olea europaea

Alberi

Quercus ilex

Quercus robur

Quercus pubescens

Platanus acerifolia

Ficus carica

Acer saccharinum

Ziziphus sativa

Valvigna
Montegranaro
Montevarchi

Rosa banksiae

Viburnum tinus

Rose iceberg

Ligustrum vulgaris

Prunus laurocerasus

Sambucus nigra

Sarcococca ruscifolia

Arbusti

Quercus ilex

Laurus nobilis

Osmanthus aquifolium

Eleagnus ebbingei

Pseudosasa

Laurus nobilis

Spartium junceum

Sedum

Teucrium fruticans

Teucrium fruticans

Rosmarinus officinalis

Lavandula angustifolia

Erica

Cystus

Rosai chinensis mutabilis

Rosa canina

Rosa

Tamarix

Arbutus unedo

Cotoneaster

Photinia

Punica granatum

Rhynchospermum jasminoides

Wisteria chinensis alba

Hedera helix hibernica

Vitis vinifera

Ficus repens

Lonicera

Parthenocissus quinquaefolia

Rampicanti

Parthenocissus

Amplelopsis weitchii

Euonymus fortunei

Ficus pumila repens

Pleioblastus pygmaeus

Rhynchospermum jasminoides

Vinca minora alba

Abelia rupestris

Hypericum calicinum

Tappezzanti

Vinca minor

Cotoneaster